TENOSINOVITE STENOSANTE (DITA A SCATTO)


Il dito a scatto è una manifestazione clinica dovuta alla costrizione dei tendini flessori delle dita da parte di una puleggia che si trova sul versante palmare alla base del dito.

Causa dolore e difficoltà nella flesso-estensione dell'articolazione interfalangea prossimale. Può colpire tutte le dita ma più frequentemente interessa il pollice e il quarto dito, alcune volte manifestandosi contemporaneamente su più dita.

In una fase iniziale sono presenti, specie al mattino, dolore modesto al dito ed al palmo della mano ed una sensazione di impaccio meccanico nell'estensione del dito.

Con il progredire dei sintomi il dolore diventa più acuto e si avverte il tipico scatto durante le escursioni in flesso-estensione del dito interessato.

In fase avanzata il dito può bloccarsi in posizione di flessione obbligata della articolazione interfalangea Prossimale, che può essere risolta solo con l'aiuto dell'altra mano che riporta in estensione il dito dopo uno scatto doloroso.

Trattamento

Il trattamento, quando la patologia non risponde a trattamento conservativo con riposo funzionale, Fans o infiltrativo con corticosteroidi, è generalmente chirurgico: consiste in una piccola incisione in corrispondenza della puleggia tendinea e la sezione della stessa, ottenendo lo scorrimento dei tendini flessori senza ostacoli meccanici.

Nel post-operatorio il dito viene protetto per 14 gg con una medicazione che permette l'immediato utilizzo del dito.

Liberazione di Pollice a Scatto Sutura chirurgica dopo
liberazione di Pollice a Scatto





   torna alla pagina precedente


inizio / menu